MIGLIORARE E PRESERVARE LA PROPRIA SALUTE È POSSIBILE. I CONSIGLI DI UN ESPERTO

By | dicono di noi | No Comments

Tuttoggi.info – Il fisioterapista e osteopata Alessio Cencini insegna ad usare bene il proprio corpo

 

Complicazioni da affrontare, corse contro il tempo, imprevisti da fronteggiare e problemi da risolvere. Difficile trovare il tempo e il modo, in una società come quella odierna, per scoprire cosa sia davvero il benessere e goderne.

Il corpo spesso lancia segnali di stanchezza, malessere o dolore; c’è chi tenta di risolvere con lo sport, chi con la medicina, chi ignorandoli del tutto senza sapere che una soluzione c’è sempre, basta capire quale sia la causa del problema.

Quasi impossibile, verrebbe da pensare, eppure un colloquio con il fisioterapista e osteopata Alessio Cencini fa sembrare tutto più semplice. Ci accoglie nel suo centro, a Spoleto, che ricorda già dall’ingresso le pareti domestiche e mette subito a proprio agio. I temi trattati sono delicati perché, in ogni caso, si parla di disturbi, fastidi, problemi fisici che si ripercuotono sulla quotidianità di grandi e piccini compromettendone il quieto vivere. Lui, una laurea in terapia della riabilitazione, della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva all’Università “La Sapienza”di Roma e un dottorato in osteopatia “C.E.R.D.O.” a Roma, ci racconta di come dopo gli studi e le specializzazioni (ne ha più d’una: in riabilitazione ortopedica, posturologia, ginnastica correttiva, terapia manuale Maitland e analisi bio-meccanica del movimento) abbia sentito la necessità di sviluppare un metodo che potesse innanzitutto aiutare il paziente ad ascoltare e rispettare il proprio corpo.

“Ho sentito la necessità di organizzare la comune ginnastica in un percorso ben preciso e sono partito da una cernita e creazione di esercizi che tenessero conto della vita sedentaria che ognuno di noi svolge, principalmente tra l’ufficio e la casa.” Ci fa subito capire che il movimento è fondamentale ma lo è ancor di più l’educazione al movimento “a chi è pigro per natura non potrò mai chiedere di fare chissà quale attività fisica; potrò in quel caso aiutarlo ad educarsi al corretto movimento nella pigrizia” – conclude scherzando.

Per farci comprendere meglio fa l’esempio di una persona seduta di fronte al computer che passa il suo tempo, ora dopo ora, giorno dopo giorno, sempre nella stessa posizione fino ad assumere delle abitudini inconsapevolmente sbagliate. Non si potrà chiedere a questo impiegato di fare sport nelle ore di lavoro o di andare a correre in pausa pranzo se non ama farlo. Lo si potrà aiutare ad educarsi ad alternare la sua posizione da seduto, ridare un giusto equilibrio al corpo, verificare, attraverso un’analisi bio-meccanica, che alcuni esercizi di riequilibrio gli siano efficaci.

Ci appare tutto più chiaro: la postura non è più associata ad un concetto di staticità. Tutto passa per il movimento che non necessariamente significa immane sforzo fisico ma che sicuramente presuppone un codice di comportamento in cui Alessio Cencini crede fortemente. Nel suo centro si effettuano lezioni organizzate per fasce di età che consentono di acquisire strumenti e competenze di movimento semplici attraverso i quali verificare autonomamente i processi del proprio percorso. “L’educazione al movimento è il valore aggiunto alla salute e al benessere dell’individuo in tutto il suo percorso di vita, dalla nascita alla maturità avanzata”. Ci viene spontaneo chiedere come si possa arrivare all’equilibrio ideale e ci sentiamo rispondere così: “Penso sia possibile raggiungere il proprio equilibrio nel movimento attraverso tanti percorsi. Quello che propongo è interamente ideato rispetto ai principi fisiologici ed evolutivi dell’essere umano nel percorso di milioni di anni”.

Una possibile via sono i corsi di educazione al movimento, individuali e di gruppo (organizzati in tre fasce orarie: mattina, pomeriggio e sera) tenuti all’interno del centro fisioterapico “Officine del Movimento” in Via Pontano Gioviano, 65 (traversa di Viale Marconi) dove Alessio Cencini offre anche consulenze e prescrive percorsi personalizzati di riabilitazione e rieducazione al movimento.

SALUTE E MOVIMENTO, UN SOFTWARE ALLA BASE DELLA NUOVA FISIOTERAPIA

By | dicono di noi | No Comments

Tuttoggi.info – Presso lo Studio Cencini, l’informatica crea una nuova “mappa corporea” del paziente / Inaugurazione sabato 27 alle ore 18.00

L’informatica a supporto dell’attività del fisioterapista. È la grande innovazione che propone ODM (Officine del Movimento) a partire dal mese di settembre. Lo studio del dottor Alessio Cencini è dotato di un nuovissimo software, made in ODM, appositamente studiato per ampliare la piattaforma di lavoro del fisioterapista.

Nella realtà locale avere un’attività che investe in ricerca e crea prodotti per migliorare i servizi erogati è un valore aggiunto per tutta la città di Spoleto, nonostante il carattere pressoché individuale dell’attività ed il difficile momento economico.

Questo dimostra che è possibile innovare, quando si vuole essere al servizio dell’utente, rispettando la vera essenza della persona e dell’insieme.

Imparare, creare competenze, educarsi al movimento ci migliora e previene la quasi totalità dei problemi di salute. Questo approccio risponde ad un principio evolutivo ed anche ecologico, non disperdendo quel valore immenso che è il nostro tempo.

L’esperienza del dolore, quel momento critico che tutti hanno provato anche se in forme diverse, non è un prodotto del caso, ma è invece un’opportunità che ci viene data al pari di altri problemi della nostra vita. Capire il perché di quel dolore è provare la vera natura dello stesso. Non possiamo solo pensare che sparisca il prima possibile.

Non possiamo solo “rimboccare l’olio del motore”, forse è il caso di capire dove perde e perché; per poter comprendere è necessario avere la predisposizione, la volontà e la competenza come quella del meccanico. E se il danno è provocato dalla cattiva guida dell’autovettura è necessario cambiare la modalità di guida, altrimenti il problema si ripresenterà.

Molto spesso con il dolore avviene la stessa cosa, il dolore ritorna dopo la cura farmacologica, perché non è cambiato nulla nel modo di muovere ed usare il nostro corpo.

Per evidenziare oggettivamente queste problematiche ed individuare i giusti percorsi di cambiamento è stato necessario integrare ed ampliare i servizi della Fisioterapia e dell’Osteopatia con nuove proposte come i corsi di Educazione al Movimento Evolutivo.
Educarsi al Movimento Evolutivo è un percorso ben determinato nel rispetto dell’individualità della persona e segue criteri scientifici, affiancando l’informatica ai principi fondanti di queste due discipline.

Come funziona?

Per ogni singolo soggetto-paziente vengono archiviati, in ordine temporale, una serie di dati oggettivi che verranno valutati in maniera appropriata per permettere al professionista di avere una panoramica chiara sulla storia di ogni utente.

Il fine è di compiere una analisi per capire le reali problematiche, potendo così comprendere quale è il vero bisogno dell’utente. Ogni paziente, quindi, avrà una sorta di “carta-mappa corporea” che il fisioterapista potrà consultare in ogni momento per orientare e aggiornare il percorso di recupero.

Il paziente potrà quindi prendere parte agli appositi corsi di Educazione e Rieducazione al Movimento Evolutivo, sotto l’attenta supervisione di istruttori qualificati. I corsi possono essere individuali o di gruppo (con l’ottimizzazione dei costi) e sono suddivisi in base a diversi livelli. Il paziente, negli appositi spazi dell’Officina Del Movimento, con il supporto del video, potrà quindi seguire il personale percorso di lavoro stabilito dal fisioterapista.

Quale parola in questo momento può fotografare la nuova proposta delle ODM?
EDUCAZIONE: abbiamo tutti bisogno di tornare ai concetti di base dell’educazione, cambiando i vecchi modelli ormai desueti con nuove proposte che rispondono al bene del singolo e anche di tutta la comunità. Educarsi non è mai un costo, è un investimento per un futuro migliore.

Creare nuove competenze per la vita (life skills) è l’obbiettivo dell’Organo Mondiale della Sanità per la vera cura della persona.
Nelle ODM la vera cura rende liberi: Educarci alla Nostra Salute è Libertà.

A proposito di educazione

By | dicono di noi | No Comments

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha indicato quanto le life skills siano importanti per risolvere i problemi e prendere le giuste decisioni.
Sviluppare la creatività ed il senso critico serve a migliorare le relazioni con il prossimo e a gestire stress ed emozioni ovvero, sapersi muovere correttamente sia sul piano fisico sia su quello sociale.

running-silhouettes

 

LA “MACCHINA” CORPO

By | dicono di noi | No Comments

 

La corretta interazione dei due gruppi muscolari, quello superiore (cingolo ascellare) e quello inferiore (cingolo pelvico) permette di ottenere una più naturale posizione del corpo contribuendo a creare un ARCO ATTIVO.

arco attivo

Rimandi

By | dicono di noi | No Comments

“… mentre il nostro pianeta ha continuato a ruotare secondo l’immutabile legge della gravità, da un così semplice inizio innumerevoli forme, bellissime e meravigliose, si sono evolute e continuano a evolversi.”

(Charles Darwin)

evoluzione